juripole information juridique
informatique juridique droit de l'informatique

 

Dizionario legale francese-italiano - Diritto privato francese - Traduzione e definizione

Dizionario di diritto francese



I


IMMEUBLE
Immobile

Nel linguaggio comune il senso è limitato ad un palazzo urbano. Nel linguaggio giuridico, il termine indica un insieme di beni e di diritti.

La divisione dei beni in beni mobiliari e beni immobiliari costituisce l'insieme delle regole che riguardano il diritto dei beni (ex. articoli 516 e seguenti del Codice civile). La legge definisce i beni immobiliari rispetto alla loro natura, cioè i beni che non possono essere spostati tra cui i palazzi ed anche i loro accessori (Vedere articolo 524 del Codice civile).

Sono considerati dal punto di vista giuridico come immobiliari certi diritti come l'usufrutto, le servitù, le ipoteche e le azioni giudiziarie che tendono alla rivendica della proprietà immobiliare.

IMPARTIR

Termine usato soprattutto nei palazzi di giustizia. Significa che un giudice ha concesso un determinato termine ad una parte per adempiere una formalità processuale (ad esempio produrre un documento, communicare informazioni).

IMPENSES

Sul piano della tecnica giuridica, la parola indica i pagamenti che fa il detentore per conto del proprietario allo scopo di curare un bene di quest'ultimo. Anche se si tratta di beni mobiliari o immobiliari, l'espressione si trova in un gran numero di atti notarili per le spese assunte da una persona per il conto di un'altra. E' il caso di un mandatario che ha preso l'iniziativa di fare riparazioni per la conservazione dei beni da lui gestiti.

IMPLICATION

Termine introdotto nel linguaggio giuridico con la legge n85-677 del 5 luglio 1985 che disciplina l'indennizzo delle vittime di incidenti stradali per indicare la situazione del veicolo all'origine del danno ad una persona. Il riconoscimento dell'implicazione qualifica di diritto il conduttore o la custodia del veicolo debitore dell'indennizzo della vittima senza che abbia l'obbligo di dimostrare l'esistenza di una colpa.

La nozione è una delle conseguenze della teoria del rischio. Bisogna precisare che nella logica di questa teoria, né la forza maggiore né il fatto di un terzo né l'esistenza di una colpa possono essere proposte contro le vittime salvo il caso di eccezionale gravità.

IMPUTATION

Quando un debitore ha più debiti nei confronti dello stesso creditore e che versa un acconto o che paga uno di loro, ha il diritto di dichiarare a quale debito intende imputare il pagamento. In effetti può avere interesse al pagamento di determinati debiti. Questa possibilità offerta al debitore si chiama "imputation des paiements" cioè imputazione dei pagamenti.

INCAPACITE
Incapacità

Situazione giuridica nella quale si trova una persona i cui engagements, a causa della salute mentale o della sua età, sono nulli o annullabili e per questo motivo è sottoposto ad un regime di protezione legale.

Vedere le parole "Capacité, Minorité, Majorité, Majeurs protégés, Tutelle, Curatelle, Sauvegarde de justice e lésion".

INCIDENT

Usato come sostantivo è un evento inaspettato, come ad esempio il non pagamento di un assegno per assenza di copertura.

Preso come aggettivo caratterizza ogni atto processuale suscettibile di modificare il corso normale dell'udienza. Può avere il senso di accessorio, come lo è una domanda riconvenzionale o addizionale o ancora una chiamata in garanzia, che sono "domande incidentali" che si aggiungono a quella principale.

L'appello principale può provocare un "appel incident" dell'altra parte.

INCOMPETENCE

La costituzione e le leggi organiche definiscono gli ordini di giurisdizioni giudiziarie, amministrative e il posto del potere giudiziario nell'organizzazione della Nazione. Delle leggi e dei regolamenti riferiscono con quale procedura i giudici sono assunti e nominati, quale sia la loro carriera e quali siano i loro obblighi professionali. Ogni magistrato esercita un potere che si inserisce nel quadro della legge e dei regolamenti di procedura.

Il codice dell'organizzazione giudiziaria, dal suo canto, prevede le giurisdizioni stabilite sul territorio francese, il posto della loro sede, la competenza geografica dei magistrati, la composizione delle formazione e il modo di funzionamento.

In questo quadro generale, il nuovo Codice di procedura civile, le leggi e i regolamenti presi per la loro applicazione disciplinano il processo.

Il giudice addetto deve prima di ogni dibattito interrogarsi sulla sua competenza rispetto al luogo del domicilio delle parti. La sua competenza proviene dalla legge.

Se non è competente una delle parti può eccepire, o ancora sollevare questa incompetenza. Se la regola che definisce la competenza è di ordine pubblico, il giudice si deve dichiarare incompetente d'ufficio. Invece se la regola non è di ordine pubblico, le parti possono prorogare la competenza del tribunale. In questo caso, è affidato al giudice un potere che non dovrebbe avere. Si parla allora di prorogation de compétence.

Le parti possono rinunciare a presentare la controversia ad un giudice tramite una clausola compromissoria o un compromesso di arbitraggio.

INCORPORELS
Meubles

I beni mobiliari sono divisi in due categorie giuridiche distinte, i mobili corporali e i beni incorporali. Vedere La parola "Meubles".

INDEMNITE
indennità

Nel suo primo senso, si tratta di un compenso finanziario in vista del risarcimento di un danno. Questa parola è stata applicata a più tipi di danni subiti (corporale, biologico, patrimoniale o di origine contrattuale o extra-contrattuale).

In materia di infortuni sul lavoro come in diritto sanitario, si chiama indennità giornaliera la cifra destinata a sostituire lo stipendio.

Vedere anche: "Dommages-intérêts, Responsabilité".

INDEXATION

E' una misura contrattuale o legale tramite la quale è prevista una variazione del valore della controprestazione a seconda dello svolgimento di criteri economici.

La variabilità degli stipendi è prevista agli articoli L.142-2 e seguenti del Codice del lavoro che ha istituito il salario minimo cosiddetto SMIC. Diverse leggi hanno istituito il principio della variabilità dellassegno mensile e degli affitti (Vedere Codice civile articolo 208, 276-1, 294, 833-1 ; Ordinanza n58-374 del 30 dicembre 1958).

INDIVISIBILITE
Obligation

Nel linguaggio comune, è la caratteristica dell'oggetto che non può essere condiviso senza distruggerlo.

Nel linguaggio giuridico, il termine è usato per qualificare una prestazione che non può fare l'oggetto di un'esecuzione parziale, per natura o per contratto. Il problema dell'indivisibilità di una prestazione si pone soltanto se è sottoscritta in modo congiunto. Quando l'obbligazione indivisibile è stata oggetto di contratto per più creditori, ognuno di loro può esigerne l'esecuzione totale. Se l'obbligazione è stata contratta da più debitori, il creditore può esigerne l'esecuzione totale di ognuno di loro.

La differenza essenziale con gli effetti della solidarietà si ritrova nel fatto che i debitori di un debito indivisibile non si rappresentano tra di loro, di modo che, per esempio, la notifica fatta ad uno di loro non fa partire i termini del ricorso nei riguardi degli altri.

Vedere "Divisibilité".

INDIVISION

E' la situazione nella quale si trovano dei beni sui quali vengono esercitati diritti della stessa natura e appartengono a più persone. Il fatto che, nell'usufrutto, i diritti dei nudi proprietari e quelli degli usufruttuari non siano della stessa natura fa sì che le disposizioni sull'indivisione non si applichino ai loro rapporti.

L'indivisione può essere attuata mediante convenzione. In questo caso, la durata non potrebbe essere superiore a cinque anni ma è rinnovabile. Tuttavia, molto spesso l'indivisione è prevista dalla legge. E' il caso degli eredi prima che abbiano proceduto alla spartizione dei beni nella successione. La comunione, regime legale o convenzionale, che disciplina i rapporti patrimoniali degli sposi durante il matrimonio è un forma di indivisione.

INDU

Vedere "Répétition de l'indu".

INEXCUSABLE
Faute

L'aggettivo si incontra principalmente in due testi. L'articolo L452-1 Del Codice della Sicurezza sociale relativo al'indennizzo del danno sul posto di lavoro quando un infortunio è dovuto ad una causa non scusabile dell'imprenditore o di coloro che l'hanno sostituito; e l'articolo 3 della legge n85-677 del 5 luglio 1985 cosiddetta legge Badinter sull'indennizzo degli incidenti stradali. In questo caso le vittime (tranne gli autisti) sono indennizzati senza che si possa oppore loro la propria colpa, eccetto se questa colpa non è scusabile ed è causa esclusiva dell'incidente.

In materia di infortuni sul posto di lavoro, la giurisprudenza ha definito la colpa eccezionale come colpa di una gravità eccezionale. Questa colpa risulta da un atto o da un omissione volontaria, dalla coscienza del pericolo che doveva averne il suo autore, dall'assenza di tutta causa giustificativa. In assenza di un'intenzione si distingue di una colpa intenzionale.

In materia di incidente stradale, una sentenza della Corte di cassazione (2è ch. del 20 luglio 1987) l'ha definita come essendo una colpa volontaria di una eccezionale gravità che ha esposto il suo autore ad un pericolo di cui avrebbe dovuto avere coscienza.

Vedere "Responsabilité civile".

INFIRMER

Vedere "Appel".

INFRA PETITA

Espressione usata a volte per esprimere che il tribunale ha omesso di prendere una decisione su una richiesta. Più correntemente si parla di sottrazione di deliberare.

Il giudice non ha omesso di deliberare se si può dedurre che la pretesa è stata implicitamente rifiutata o ammessa. E' il caso quando la richiesta comportava una richiesta principale e una o più richieste sussidiarie e che la richiesta principale é stata soddisfatta.

Sulla modifica delle sentenze con omissione vedere "Erreur".

INJONCTION
Ingiunzione

Il termine preso nel suo senso generale è un ordine di fare o di astenersi dal fare. Cosi, il giudice può, su richiesta di una parte, ordinare all'altra o ad un terzo di consegnare un documento (articolo 11 comm., 133, 135,138 e seguenti del Nuovo Codice di procedura civile). Può usare il suo potere d'ingiunzione per assicurare la polizia di udienza (articoli 24 e 438 del Nuovo Codice di procedura civile).

Viene anche usato per indicare le procedure cosiddette "injonction de faire", cioè ingiunzione di fare(articolo 1425-1 e seguenti del Nuovo Codice di procedura civile), e "injonction de payer" cioè ingiunzione di pagare(articolo 1405 e seguenti, stesso codice).

Il decreto n92-755 del 31 luglio 1992 (all'origine di una nuova disciplina per quanto riguarda le procedure civili di esecuzione) ha creato "l'appréhension sur l'injonction du juge". Si tratta di una procedura tramite la quale (in mancanza di un titolo esecutorio) un creditore può chiedere al giudice dell'esecuzione un ordine rivolto al detentore di un bene mobiliare di consegna o di restituzione dello stesso. La persona alla quale l'ingiunzione è fatta può fare opposizione nel termine di quindici giorni. Le misure ordinate diventano caduche se il richiedente non si è rivolto al giudice di merito nei due mesi successivi alla notifica dell'ordinanza. In assenza di opposizione l'ordinanza è applicata come una sentenza. Questa procedura è applicabile alle autovetture e agli aerei.

INSCRIPTION DE FAUX

Vedere "faux e incident".

IN SOLIDUM

I soggetti sono tenuti "in solidum" quando hanno contratto un'obbligazione intera, ma che non produce gli altri effetti della solidarietà. L'esempio classico è quello delle relazioni tra un assicurato e il suo assicuratore. Nel caso di un incidente stradale la vittima può rivolgersi all'assicurato, all'assicuratore ovvero ad entrambi per esigere l'indennizzo preteso.

Invece, le regole della rappresentazione non si applicano tra l'assicuratore e il suo cliente. La prescrizione dell'azione della vittima nei confronti dell'autore dell'incidente non esclude la condanna dell'assicuratore.

INSOLVABLE
Insolvibile

Qualifica una persona che non dispone di beni o redditi pignorabili allo scopo di venderli all'asta per pagare i suoi debiti.

Vedere "Exécution".

INSTALLATION

Cerimonia pubblica nel corso della quale un magistrato è ufficialmente ricevuto dai membri della sua giurisdizione. La data della sua installation segna il punto di partenza della sua anzianità.

INSTANCE

E' il nome dato allo sviluppo processuale che si svolge dopo che il giudice sia adito.

Il termine si ritrova in "Tribunal d'instance", giurisdizione che ha sostituito il giudice di pace, e in "Tribunal de grande instance".

"En première instance" significa in primo grado. A volte nelle sentenze si legge "En première et en dernière instance" ciò che significa che non può essere oggetto di appello.

Vedere "Désistement".

INSTRUMENTAIRE

Qualifica una persona che partecipa ad un atto materiale o che è incaricato di realizzare un tale atto.

INTERET

Se viene usato al singolare, si tratta del vantaggio materiale che può essere preteso da colui che prende l'iniziativa di introdurre un'azione giudiziaria (articolo 31 del Nuovo Codice di procedura civile). Un vecchio adagio dice : assenza di interesse, assenza di azione. La prova dell'esistenza di un interesse (che deve essere nato e attuale), è la prima condizione di ammissibilità; della richiesta. La prova spetta all'attore. Questo interesse deve esistere sia durante il processo sia al giorno dell'ultimo atto di esecuzione.

Più spesso l'espressione viene usata al plurale, gli interessi rappresentano un cifra di denaro calcolata sulla base di una percentuale del capitale. Gli interessi rappresentano in qualche modo l'affitto del denaro.

Gli interessi sono dovuti nel caso dei prestiti di denaro ma anche nel caso di ritardo nel pagamento di un debito. Le condanne al pagamento è di diritto e si calcolano sulla base di un tasso fissato ogni anno dalla legge finanziaria. I tassi d'interesse legati ad operazioni di credito sono oggetto di una regolamentazione particolare.

Vedere "Anatocisme".

INTERJETER

Nel linguaggio del palazzo di giustizia, si dice "faire appel" o "on forme appel" ovvero "on interjette appel" per dire fare appello contro una decisione. Non sembra che questo verbo sia usato in altri casi.

Vedere "Cour d'appel" e "Voies de recours".

INTERLOCUTOIRE

Espressione tramite la quale si indica una sentenza preparatoria. Quando il giudice rende una tale sentenza procede in due tempi. In un primo tempo, prende posizione su una parte del litigio. Se il giudice non è in grado di dare un parere ordina una misura provvisoria (perizia ad esempio). In un secondo tempo, una sentenza interlocutoria è resa dal giudice. Tramite questa egli rigetta l'eccezione di incompetenza e rinvia la causa ad un'altra data perché sia perorata in merito.. Le sentenze interlocutorie hanno forza di cosa giudicata per i punti deliberati dal giudice. Le Parti possono fare appello senza aspettare la seconda sentenza. Sarà resa dopo la deliberazione del giudice che riguarda le pretese dell'attore che necessitavano due fasi processuali.

Vedere: "avant dire droit".

INTERPRETATION

Quando riguarda una convenzione la cui interpretazione è controversa tra le parti, l'interpretazione è affidata al giudice. Il criterio usato dal giudice è la comune intenzione delle parti. L'interpretazione dei termini della convenzione, è un potere sovrano dei giudici di merito. Invece la qualifica delle convenzioni (cioè la definizione degli effetti giuridici che producono) è una questione suscettibile di essere l'oggetto di un ricorso in cassazione.

Quando riguarda una sentenza, l'interpretazione indica la procedura tramite la quale il giudice esplicita le disposizioni della sentenza, e questo alla richiesta delle parti. l'interpretazione è sottomessa a rigide regole allo scopo di evitare che le parti tentino di evitare gli effetti svantaggiosi di una sentenza.

Le sentenze arbitrali possono essere interpretate quando le parti le considerano come oscure. Questa interpretazione è di competenza dei giudici arbitrali.

INTERVENTION

Si dice "payer par intervention" per indicare che una persona si intromette volontariamente per pagare un debito del debitore, mentre non ne era tenuto né legalmente né contrattualmente. Il creditore può rifiutare "l'intervention" se ha un interesse legittimo all'opposizione. Può anche rifiutare quando si tratta di un contratto intuitu personae.

In procedura, "l'intervention" prende due forme, volontaria o forzata. Nel primo caso, se la persona ritiene che i suoi diritti in pericolo, può intervenire nell'istanza ancora pendente. E' il caso del garante che decide di intervenire, mentre non è ancora intervenuto. Ad esempio, un assicuratore ha interesse ad intervenire nel processo in responsabilità che oppone il cliente e la vittima. Nel secondo caso, una parte cita in giudizio une persona per costringerla a diventare parte al processo mentre ne era estranea finp a quel momento. Il caso più frequente "d'intervention forcée" è il caso dell'appello in garanzia. Se il giudice ritiene che il terzo è stato citato a torto, quest'ultimo è estromesso dalla causa e può ottenere un indennizzo per coprire il danno causato dalle le spese di procedura.

I due tipi di "interventions" possono avere luogo per la prima volta in appello o in cassazione.

INTESTAT

"Ab intestat " locuzione latina che indica il fatto che una persona defunta non ha lasciato testamento. In questa ipotesi, i beni derivanti dalla successione sono condivisi a secondo dell'ordine previsto dal Codice civile (articolo 718 e seguenti). In mancanza di eredi conosciuti, la successione cade in "deshérence", i beni tornano allo Stato.

INTIME

Nel linguaggio processuale giudiziario, sotto questa appellativo è indicato il convenuto in appello. Se non ha ottenuto soddisfazione in primo grado, può in appello fare una richiesta incidentale, e questo in ogni caso anche se è fuori termine per un appello principale. In questo caso la validità dell'appello incidentale è subordinata alla validità dell'appello principale.

INTUITU PERSONAE

Locuzione latina che qualifica un contratto concluso in considerazione della persona con la quale si contratta. Il contratto di lavoro, il mandato sono ad esempio dei contratti intuitu persone.

BENEFICE D'INVENTAIRE
Inventario

Nel linguaggio comune, "l'inventaire" indica il documento sul quale si trovano elencati un insieme di oggetti. I commercianti devono periodicamente fare l'inventario del materiale del loro commercio e tutto ciò di cui dispongono nello stock. Procedere a questo elenco è "faire l'inventaire".

Da quando è necessario dividere le responsabilità legate alla gestione del patrimonio, la legge obbliga a procedere all'inventario. E' cosi all'inizio e alla fine dei mandati dei mandatari, quando un inquilino prende possesso o lascia una casa, ovvero quando un matrimonio è sciolto.

Gli eredi universali sono obbligati dai debiti. Tuttavia, la legge permette di rinunciare alla successione quando l'ammontare dei debiti è più importante di quello dei crediti. Affinché possano prendere la loro decisione in piena conoscenza di cause, il diritto francese ha previsto un periodo intermediario durante il quale possono chiedere al giudice di sospendere ogni procedura in corso e fare l'inventario (articolo 793 e seguenti del Codice civile e 108 e seguenti del Nuovo Codice di procedura civile).

Non si possono accettare le eredità devolute ai minori se non col beneficio d'inventario. Tuttavia se la successione è evidentemente attiva il rappresentante può, autorizzato dal giudice, accettare (articolo 461 e seguenti del Codice civile). L'erede che accetta la successione sotto beneficio d'inventario è chiamato "héritier bénéficiaire".

IRRECEVABILITE

Si dice in procedura di una richiesta principale o incidentale che non ha i requisiti legali perché il giudice sia stato regolarmente addetto. In questo caso, il giudice respinge la richiesta senza deliberare sulle pretese dell'attore.

Se non è decaduto dei suoi ricorsi, l'attore deve riprendere la procedura fin da l'inizio.

Vedere "Fin de non-recevoir e intérêt".

ITERATIF

Aggettivo che significa rinnovato. Si applica alla procedura particolare in caso di mancata comparizione quando la persona assente ha fatto una seconda opposizione su una prima già respinta dalla giurisdizione di primo grado o dalla Corte d'appello. Si parla allora di "itératif défaut".

Si trova ugualmente nel linguaggio dei pubblici ufficiali quando una parte notifica un secondo ordine. Si parla di "itératif commandement".

Tutte le definizioni

A - B - C - D - E - F - G - H - I - J - L - M - N - O - P - Q - R - S - T - U - V - W


Copyright © Serge Braudo - Stéphane Bouché

(Traduction du Dictionnaire juridique de Serge Braudo)


Lista dei dizionari
JURIPOLE

droit informatique droit de l'informatique
formation contrats informatiques